Categoria: News

Amore per la natura e l’agricoltura

Con la permacultura le aziende agricole diventano opere d’arte naturali

Nei primi anni Novanta, quando ancora facevo le scuole elementari, gli adulti decisero che non potevo andare a scuola perché non ero vaccinato. Allora vivevo con la mia
famiglia in una casa isolata in collina e così passavo le intere giornate con i miei cani a correre nei boschi che circondavano la casa. Ero attratto e innamorato della
natura che mi attorniava. Saltavo i ruscelli gorgheggianti, inseguivo gli animali selvatici e coccolavo i miei cagnoni così grati per le corse che facevamo insieme.
Dopo circa due anni, quando rientrai a scuola, le mie uscite diminuirono, ma rimase intatta la mia attrazione nei confronti della natura: fu così che, quando giunse il tempo di scegliere l’indirizzo di scuola superiore, scelsi l’Istituto per l’Agricoltura e l’Ambiente con l’idea di diventare da grande una guardia forestale, per poter continuare a vivere circondato dai boschi.

I giusti attrezzi per l’agricoltura biointensiva e no-till

Come sappiamo esistono molti modi diversi per fare agricoltura e coltivare, non tutti però sono rispettosi della natura e della biodiversità. Vi sono poi metodi che non solo non impattano negativamente sull’ambiente, ma addirittura promuovono la fertilità del terreno, la biodiversità e migliorano la qualità di tutto l’agro-ecosistema a fronte di una maggiore produttività e diminuzione dei costi. Un esempio è rappresentato dall’agricoltura biointensiva no-till.

Visitare La Fattoria dell’Autosufficienza

La Fattoria dell’Autosufficienza è visitabile da Maggio ad Ottobre da persone, famiglie e gruppi. Dal piazzale di fronte all’ingresso del bio-agriturismo saliremo verso la FoodForest e i terrazzamenti di erbe aromatiche, passando dalle postazioni per le arnie brulicanti di api. Verranno mostrati gli swales (fossi livellari) e il sistema idrico della Fattoria. Dall’alto potremo godere di una vista sui campi seminativi di cereali antichi, sui ciliegi e le piante da frutto di ogni tipo e varietà.

Un giardino dell’Eden in Permacultura

La storia di Charles, Perrine e della loro fattoria

Miraculous Abundance (Abbondanza Miracolosa) non è solo il titolo inglese del libro pubblicato nel 2014 dalla coppia francese Perrine e Charles Hervé-Gruyer, ma è anche il sunto perfetto dei risultati ottenuti con il loro progetto e del messaggio che con fervore e convinzione vogliono trasmettere a tutti noi e alle future generazioni di agricoltori.
La storia di Charles e Perrine è una di quelle che scalda il cuore, infonde ispirazione in chi è alla ricerca di un cambiamento e dà speranza a coloro che vedono un futuro sempre più grigio all’orizzonte. Ma chi sono Charles e Perrine? E cosa hanno fatto di così speciale?

Come trasformare il deserto in paradiso

La permacultura ci insegna a gestire l’acqua in modo naturale e intelligente, per fermare l’avanzata dei deserti

Era il 2011 quando decisi di andare a visitare il Krametherof nella regione del Longau in Austria. Ero rimasto folgorato dalla visione di un documentario in cui si parlava di Sepp Holzer, il contadino ribelle che aveva trasformato la tenuta agricola di famiglia in un paradiso naturale costruendo un impressionante sistema di 80 laghi e terrazze in un terreno scosceso dai 1100 ai 1500 metri di altitudine.

Essere autosufficienti fa paura?

Apriamo gli orizzonti verso l’ecosostenibilità

Il 12 agosto 2010 il TIME titolava “The Best Laws Money Can Buy”, i soldi possono comprare le migliori leggi. La verità purtroppo è molto peggiore, chi ha i soldi controlla non solo le leggi ma anche l’informazione e l’istruzione.
Oggi il potere non si esercita più, come nella storia, con evidente violenza ma con mezzi sempre più subdoli. Ci fanno credere di essere cittadini liberi quando in realtà ci controllano ed indirizzano fin dai primi anni di scuola: “tramite l’informazione e l’istruzione è possibile manipolare le persone talmente tanto da far credere un atto di suicidio o omicidio come qualcosa di nobile”. Nei casi meno estremi, tale informazione ed istruzione non è volta ad atti così gravi ma piuttosto a mantenere le persone in una costante agonia. Persone cronicamente malate, insoddisfatte della vita, individualiste ed obbedienti, anche ad ordini dispotici, sono la normalità in chi ci circonda, nonostante tutto ciò non sia certamente parte della natura umana.

Perché Macrolibrarsi investe nell’economia locale e nell’autosufficienza

Ciò che acquistiamo e dove lo acquistiamo può fare la differenza su larga scala: ecco perché abbiamo deciso di finanziare progetti etici e locali

Oggi l’economia è molto più forte della politi­ca che, quasi sempre, è soggetta agli interessi della prima. È evidente che il nostro vero voto è rappresentato dagli acquisti e dagli investimenti che facciamo e non dal voto politico; inoltre la politica è essa stessa soggetta agli interessi delle multinazionali, delle banche e dei grandi gruppi finanziari.

Possiamo decidere di investire e comprare in un mer­cato locale e allora incrementeremo la ricchezza del posto in cui viviamo, oppure decidere di comprare e investire in aziende multinazionali, e arricchiremo la borsa e qualche super ricco con conti in qualche pa­radiso fiscale. Se compriamo agli ipermercati favoria­mo la cementificazione, la produzione di immondizia, la ricchezza di pochi… Se, invece, compriamo in un mercato locale favoriamo la nascita di piccole aziende agricole, riduciamo i trasporti e quindi i consumi.

Gli esempi valgono in tutti i campi della nostra vita, il modo in cui spendiamo i soldi determina il futuro che vogliamo. Se tutto ciò vale per le persone è ancora più importante per le aziende che hanno una forza econo­mica maggiore.

L’Acqua in Permacultura

Strategie per ottenere un terreno ricco di acqua

L’acqua ricopre il 70% del globo anche se purtroppo ne possiamo utilizzare solo una minima parte in quanto per il 97% è salata. Del 3% di acqua dolce, ¾ sono intrappolati nei ghiacci e il 50% di quella che rimane si trova sotto terra a più di 700 metri di profondità, racchiusa nella roccia e quindi inutilizzabile. In definitiva l’acqua dolce disponibile nei laghi, nei fiumi, nelle falde freatiche e nell’atmosfera rappresenta lo 0,375% delle acque totali.

L’orto bio-intensivo alla Fattoria dell’Autosufficienza

Alla Fattoria dell’autosufficienza dal 2016 coltiviamo ortaggi per l’agriturismo, la vendita diretta e il negozio Macrolibrarsi Store di Cesena con il metodo bio-intensivo. “Bio” perché rispetta la normativa del biologico (in realtà va molto oltre), “intensivo” perché imita la densità e la diversità delle foreste vergini. Lo stesso metodo in inglese viene spesso indicato come “market garden”.
Non usiamo nessun tipo di fertilizzante artificiale e l’unica cura dei “parassiti” è la prevenzione.
Incrementando la biodiversità e la qualità del suolo invitiamo i microorganismi benefici a svilupparsi e a riprendere il controllo del nostro suolo che instaura un’armonia dinamica con le piante.  Piante sane, su un terreno sano ed in luogo sano semplicemente non si ammalano.