8 Piante per l’orto in Permacultura

La permacultura sta diventando un sistema di progettazione di orti e giardini sempre più utilizzato e apprezzato. In questo articolo vedremo 8 piante che possono aumentare la produttività e la salute del vostro orto, riducendo al minimo il tempo da dedicare alla sua manutenzione.

Le piante ci aiutano a creare ecosistemi più sani per il nostro orto e ci permettono di avere più tempo per sederci e goderci il nostro giardino! Le piante fertilizzano, attraggono insetti impollinatori e insetti benefici, forniscono pacciame e tengono lontani i parassiti. Di seguito una lista delle mie 8 piante preferite per l’orto in permacultura.

1. Tarassaco (Taraxacum officinale)

shutterstock_598445252

Alcuni di voi penseranno: “Cosa? Vuoi che pianti questa erbaccia nel mio orto??” Incredibile ma vero, il tarassaco apporta numerosi benefici al nostro orto, il più importante dei quali è l’azione fertilizzante. Il tarassaco penetra il suolo in profondità con le sue radici a fittone portando in superficie sostanze nutritive importanti e conservandole nelle proprie foglie. Il tarassaco è eccezionale nell’accumulare potassio, fosforo, calcio e altre sostanze nutritive nelle proprie foglie, sostanze che sono importanti per una sana crescita delle piante. Quando le foglie cadono o sono recise e lasciate decomporre sul suolo lo aiutano ad auto-fertilizzarsi.

Personalmente ho lasciato crescere il tarassaco nel mio orto ed è facile favorirne la crescita anche sotto gli alberi da frutto nei frutteti. Il tarassaco aumenta la popolazione di lombrichi che sono importanti per un suolo sano. Una volta al mese taglio via le foglie e le faccio decomporre sul terreno, questo previene la fioritura del tarassaco e il rilascio dei semi perché diciamocelo, il tarassaco è favoloso, ma non ho bisogno di un averne un giardino intero!

Le foglie ricche di sostanze nutritive sono benefiche per il mio orto, ma lo sono anche per me. Ebbene sì, perché le foglie di tarassaco sono commestibili. Io aggiungo quelle più giovani e di colore vere brillante alle mie insalate miste. Alcuni agricoltori coltivano appositamente una particolare varietà di tarassaco che presenta grandi foglie di cui, a quanto pare, vanno ghiotte anche le galline. Prendete in considerazione l’aggiunta di un po’ di semi di tarassaco al vostro mix di semi per l’orto.

Come se non fosse abbastanza, il tarassaco trova impiego anche come rimedio naturale. La radice essiccata è un ottimo tonico per fegato e reni. Se viene lasciato fiorire il tarassaco attira insetti impollinatori e benefici. Per tutti questi motivi e molti altri, il tarassaco è una delle mie 5 piante preferite per l’orto e il giardino.

2. Achillea (Achillea millefolium)

shutterstock_748545934

L’achillea è un fiore fantastico che è amato da tutti i tipi di insetti benefici: coccinelle, sirfidi, vespe parassite e crisope. Io di solito pianto l’achillea ogni due file del orto. Il suo profumo confonde i parassiti che cercano di concentrarsi sulle vostre coltivazioni! L’achillea è un fertilizzante eccellente, le sue foglie sono ricche di potassio e fosforo. Una volta terminata la fioritura in autunno la falcio e la lascio decomporre nell’orto o in un mucchio di compost. L’achillea svolge la sua attività fertilizzante e di richiamo di insetti benefici anche sotto gli alberi da frutto.

3. Finocchio (Foeniculum vulgare)

shutterstock_204389803

Il finocchio è una pianta meravigliosa caratterizzata da una forte fragranza e da foglie merlettate. Negli orti-giardino è spesso abbinato al basilico. Il fiore del finocchio è a forma di ombrello, come l’achillea, e gli insetti benefici e impollinatori lo adorano. Il finocchio attira coccinelle, sirfidi, vespe parassite e crisope e mi è davvero piaciuto vedere un aumento di farfalle papilionidi nel mio orto. Tengo il finocchio sulla parte più esterna del mio orto perché si dice che molte piante coltivabili non crescono bene in loro presenza, ma alla fine della stagione, dopo aver raccolto tutti i semi, lo uso per la pacciamatura anche di altre piante perché è un buon accumulatore di fosforo.

Una nota: è importante raccogliere i semi di finocchio alla fine dell’estate così che le piante non spargano semi ovunque. Utilizzate i semi per cucinare o regalateli da piantare al vostro amico giardiniere!

4. Camomilla (Chamaemelum nobile)

shutterstock_653835871

I fiori di camomilla non sono solo graziosi come tanti piccoli bottoncini decorativi, ma lavorano sodo per noi nel nostro orto-giardino. La camomilla è stata definita come “il medico delle piante” perché sembra sostenere e guarire quasi ogni pianta gli venga posta vicino.

La camomilla è una pianta fertilizzante, le sue radici portano in superficie potassio, fosforo e calcio. Pacciamare con i resti di camomilla migliora il terreno. I fiori attraggono insetti impollinatori, mentre quelli benefici sono attratti dalle foglie merlate. Si dice che migliori considerevolmente le colture di insalata e cipolle e svolge il suo dovere anche sotto gli alberi da frutto. Tutti conoscono la camomilla sotto forma di infuso per le sue proprietà calmanti, ora è giunta la vostra occasione per coltivarla voi stessi!

5. Consolida (Symphytum x uplandicum)

shutterstock_1032382273

La consolida è l’emblema degli orti in permacultura e piantarla è quasi un cliché, se non fosse che sarebbe davvero un peccato non far crescere questa bellissima pianta nel vostro orto-giardino. La consolida è forse la più importante pianta da pacciame. È in cima alla lista dei fertilizzanti naturali e nelle sue grandi foglie accumula potassio, fosforo, calcio e altre sostanze nutritive. Di solito viene piantata sotto gli alberi da frutto e quasi ovunque negli orti.

Le larghe foglie della consolida possono essere tagliate e lasciate cadere spesso durante la stagione per nutrire il suolo o da aggiungere al mucchio di compost. I bellissimi fiori viola a forma di campanelle sono ricercati dagli insetti impollinatori e le grandi foglie attraggono molti insetti benefici alla ricerca di un habitat. Personalmente preferisco piantare la consolida russa perché come il finocchio, si auto-semina molto velocemente anche se i semi della consolida russa sono sterili, quindi non le permettono di riprodursi per tutto l’orto. La consolida è usata frequentemente anche come mangime per polli e galline. Le foglie e le radici essiccate della consolida sono una delle erbe curative più utili e sono spesso impiegate in tinture ed ungenti.

6. Erba cipollina (Allium schoenoprasum)

shutterstock_137202836

L’erba cipollina è sicuramente un’erba più conosciuta e la ragione è dovuta al suo utilizzo in cucina ed alla facilità di coltivazione. Adoro uscire fuori mentre sto cucinando per tagliarne velocemente qualche foglia. I suoi fiori sono meravigliosi e sono una guarnizione commestibile per le insalate.

L’erba cipollina è un’altra pianta che accumula potassio e calcio. A me piace piantarla all’estremità dei miei bancali. Tagliandola un paio di volte l’anno, è facile pacciamare l’orto con le parti rimosse per aggiungere al terreno un po’ di fertilizzante gratis e naturale. Gli insetti impollinatori si godono gli splendidi fiori dell’erba cipollina fra la tarda primavera e l’inizio dell’estate. L’odore forte dell’erba tiene lontani i parassiti, quindi la pianto vicino alle fragole per evitare che questi siano attratti dalla dolce fragranza dei frutti che maturano e fertilizzo il bancale frequentemente con gli sfalci.

Si dice che l’erba cipollina respinga i tarli degli alberi da frutto insieme ad altri parassiti/malattie, quindi ho deciso di piantarla attorno ad ogni tronco dei miei ciliegi. Si dice anche che sia un buon alleato di carote e pomodori.

7. Trifoglio bianco (Trifolium repens)

shutterstock_56521789

Una delle piante più rinomate per avere un orto davvero produttivo: il trifoglio bianco è l’unica erba azoto-fissatrice di questa lista. Tutti gli ortaggi e le piante da frutto hanno bisogno di azoto per produrre coltivazioni sane, tuttavia non riescono a ricavarlo dal terreno. Quindi hanno bisogno di alcune piante azoto-fissatrici che riescono a prelevare l’azoto dall’aria e convertirlo in una forma che è assimilabile dalle radici delle piante coltivate. E qui entra in gioco il trifoglio bianco.

Ci sono molte altre tipologie di piante azoto-fissatrici, ma penso che il trifoglio bianco sia la più facile da crescere in un orto. Oltre all’azoto il trifoglio accumula il fosforo e viene abitualmente impiegato nei frutteti come pacciame “vivente” e perenne che protegge il suolo e fornisce costantemente fertilizzante. Il trifoglio bianco è utilizzato spesso anche nei camminamenti degli orti permanenti perché funge da copertura perfetta per un sentiero percorribile e l’azoto filtra attraverso i bancali.

Sono uno dei fiori preferiti dalle api mellifere e avere un orto con più trifogli bianchi significa attrarre più insetti impollinatori e benefici perché il fiore fiorisce per tutta la stagione. È anche un ingrediente che viene spesso aggiunto ai mix di mangimi per polli e galline.

8. Melissa (Melissa officinalis)

shutterstock_202218052

La mia storia d’amore con la melissa è piuttosto recente, dato che ho scoperto la magia di questa pianta non più di un paio di anni fa. Come accumulatore di fosforo è una pianta meravigliosa da coltivare nell’orto o sotto gli alberi da frutto. La melissa cresce a piccoli cespugli, quindi non si diffonde in altre zone dell’orto a meno che non lo vogliate. Tuttavia è una pianta prolifica che cresce in fretta, quindi può essere tagliata spesso per utilizzarla come fertilizzante.

La sua fragranza confonde i parassiti in cerca delle vostre verdure o della vostra frutta. Spesso è chiamata “l’erba delle api” perché i fiori bianchi fioriscono lungo tutta la stagione e sono molto amati dalle api. Per le crisope, insetti benefici, le foglie di melissa sono il posto perfetto dove deporre le uova. Con un sapore di menta limonata la melissa si presta sia ad essere utilizzata come erba aromatica che come infuso. La lista di benefici come erba medicinale è davvero lunga, quindi non sorprende che sia molto ricercata per la preparazione di rimedi naturali.

Gestire un orto in permacultura è un’esperienza gratificante e spero che questa lista non esaustiva di piante possa fornirvi qualche idea per migliorare il vostro ecosistema e la salute del vostro orto e ridurre la quantità di lavoro necessario per fertilizzare, curare e allontanare i parassiti.

 

Articolo tradotto da: https://104homestead.com/8-herbs-permaculture/